Go back

Tipi di illuminazione per le piante: le lampade a scarica

Le lampade a scarica sono le fonti luminose più indicate per stimolare la crescita delle piante. Studi recenti hanno addirittura creato lampade con uno spettro luminoso più efficace di quello solare per la stimolazione del processo di fotosintesi. Le lampade fluorescenti, al neon, ad alogenuri metallici, a vapori di sodio ed a vapori di mercurio rientrano nella vasta categoria delle cosiddette “lampade a scarica”. Questo tipo di lampade ha bisogno di un reattore per funzionare e l’uso di versioni elettroniche ha apportato numerosi vantaggi rispetto alle versioni convenzionali. Il principio di funzionamento per questa classe di lampade prevede che l’energia raggiante non venga prodotta per riscaldamento di un filamento metallico (come avviene nelle lampade ad incandescenza), ma per emissione da parte del “plasma” che viene generato ionizzando tramite il passaggio di corrente elettrica (o per mezzo di una radiofrequenza o di un campo di microonde) il gas contenuto all’interno della lampada. Il tipo di emissione naturalmente dipende anche dal gas utilizzato e così si hanno i diversi tipi di lampade a scarica prima citati. Combinando i gas con emissioni diverse si può così modulare lo spettro di emissione della lampada.

Absolutely made in italy
Questo sito utilizza i cookie. Per informazioni sul loro funzionamento clicca qui.